marcorandazzo

Il concetto di false piste è strettamente legato a quello di abbondanza.

Ricercare lo stato dell’abbondanza nelle scelte professionali e in più generale nella vita significa “non accontentarsi di quello che si ha” ma di puntare costantemente al miglioramento di quello che si ha.

In termini aziendali significa eccedere le aspettative del cliente, non giustificare nessun errore ma imparare da essi, chiedersi davanti ad un insoluto di un cliente “cosa non ho fatto io per non ottenere quel pagamento” piuttosto che addossare la responsabilità solo ed esclusivamente al cliente “che vuole fare il furbo”.

In termini personali significa impegnarsi al massimo in quello che stiamo facendo perché convinti di ottenere successo nell’azienda in cui lavoriamo e vivere una vita piena di soddisfazioni e felice senza sperare di vincere alla lotteria.

L’orientamento all’abbondanza permette di “realizzare i propri sogni” pensare in termini di “abbastanza” ti porta poco lontano da dove sei già.

Una persona che è caduta nella cultura dell’abbastanza inizia a ricercare delle false piste per cambiare la sua situazione.

Lo fa cercando l’opportunità che dovrebbe di colpo farlo diventare straricco o vincente.

Allora vedi collaboratori che cercano l’azienda perfetta e iniziano a guardare gli annunci di ricerca personale sperando di trovare l’opportunità giusta, quell’azienda che li assuma e dia loro una grande chance.

Vedi imprenditori che cercano di guadagnare non migliorando i processi della propria azienda o cercando di migliorare se stessi ma…speculando in borsa oppure pensando a quali nuove attività più redditizie dovrebbero aprire.

Vedi venditori che ricercano il prodotto vincente, quel prodotto davvero fantastico e innovativo che si vende da solo! (e io mi domando sempre ma se si vende da solo tu a cosa serviresti?)

E vedi anche un gran fiorire di riviste che pubblicizzano le opportunità imprenditoriali che ci sono: gli allevamenti degli struzzi, fare l’amministratore condominiale, aprire un bar in Costa Rica, la rigenerazione delle cartucce per stampanti e così via.

Non voglio criticare tutte queste iniziative. E non voglio assolutamente criticare chi pensa di dover cercare e trovare l’opportunità giusta che gli permetterà di avere successo. Perlomeno costui non è ancora caduto nel grigio mondo dei realisti. Cerca ancora di risollevarsi dall’abbastanza. Ha ancora qualche tipo di sogno.

Ma sai una cosa? Queste persone non raggiungeranno mai il successo. Non lo raggiungeranno perché non troveranno mai la giusta opportunità, fino a quando continueranno a cercarla nel posto sbagliato.

Cercando l’opportunità su internet o sui giornali, nel mercato, presso i datori di lavoro si sta cercando nel posto sbagliato.

Qualunque opportunità possano avere si rivelerà una falsa pista. L’ennesima delusione che contribuirà ulteriormente a spingerli nel mondo dell’abbastanza.

La vera opportunità infatti va cercata dentro se stessi.

Quando non hai successo il problema non è l’opportunità, il problema sei tu.

Capita che qualcuno riesca a costruire una florida attività allevando struzzi o rigenerando le cartucce delle stampanti, ma l’enfasi è posta sulla cosa sbagliata.

L’enfasi viene messa sull’attività che questi ha intrapreso, mentre l’attività c’entrava poco. Ciò che conta invece è il fatto che questi aveva sviluppato quella che viene definita “la personalità di successo”.

È questa, più che l’attività in sé, che gli ha permesso di raggiungere le sue mete. Fino a che non sviluppi una personalità di successo, tutte le opportunità che cercherai di inseguire si riveleranno delle false piste.

Come ognuno di noi, tu possiedi alcune abilità che utilizzi solo in parte. Devi imparare a conoscerle e ad allenarle tutti i giorni, in modo che diventino una parte inalienabile di te stesso. E quando avrai sviluppato queste abilità e questa personalità di successo, vedrai che le opportunità non dovrai più cercarle, ma saranno lì vicino a te quando ne avrai bisogno.

Se ti metti a cercare delle opportunità come un pazzo, senza aver prima apportato dei cambiamenti basilari alla tua personalità, riceverai tante scottature e avrai tanti fallimenti, fino a che anche tu diventerai realista, sarai diffidente quando qualcuno ti parla di successo e, mi secca dirtelo, finirai a ingrossare le fila dei clienti del Superenalotto.

Qualcuno potrebbe obiettare che deve cercare delle nuove opportunità, perché quello che sta facendo ora non gli piace. A queste persone posso dire in modo inequivocabile che il problema non è quello che fanno, il problema sono loro!

Tra le persone di successo che vediamo ogni giorno, molte si sono ritrovate a fare il lavoro che fanno non tanto perché quella fosse la loro ambizione, ma addirittura per casi fortuiti.

Ricordo il caso di un imprenditore leader nei sistemi di sicurezza. Un giorno gli chiesi perché avesse deciso di mettersi in quel settore. Mi rispose che diversi anni prima un suo cliente era fallito e, non potendo pagarlo, gli aveva lasciato dieci milioni di materiale per la sicurezza. Per non perdere i soldi, il mio amico decise di rivenderlo e così cominciò una carriera che lo portò ad un grande successo. Henry Ford voleva sfondare nel mondo degli orologi, prima di mettersi a produrre automobili!

Alcuni potrebbero anche dire che “quello per cui si sentono portati è in realtà qualcos’altro, la professione dei loro sogni è in qualche altro settore”. Fai bene attenzione a questi pensieri, se li hai, perché sono i tuoi nemici. Ci sono imprenditori di estremo successo la cui ambizione originale era gestire una fattoria!

Non ti sto chiedendo di soffocare i tuoi sogni. Per noi sono molto importanti anzi direi basilari, ma al contempo devi renderti conto che il successo non è una fuga da un’esistenza che non ti soddisfa, invece è la graduale trasformazione di un’esistenza che non ti soddisfa in qualcosa di grande.

Materializzare i tuoi sogni, in altre parole, passa anche per la fase di cominciare ad apprezzare ed eccellere in quello che fai ORA.

Solo così diventerai una persona di successo e, credimi, una persona che ha successo, se ne conosce le regole, può ripeterlo anche in altri settori (alla fine anche l’imprenditore del settore finanziario è riuscito ad avere la sua fattoria, ma prima ha dovuto far fiorire la sua azienda).

Non devi smettere di sognare. Devi semplicemente smettere di cercare al di fuori di te qualcosa che hai già dentro di te: gli ingredienti della personalità di successo.

Mentre impari a conoscere questi ingredienti, smetti di inseguire false piste ma decidi di svolgere fino in fondo la tua professione attuale.

“A 20 anni impegnatevi nello studio, a 25 anni iniziate a lavorare e fate errori, cambiate spesso, imparate, a quest’età potete cadere e rialzarvi senza conseguenze. Dai 30 anni focalizzatevi sulla professione, lavorate su voi stessi. Non tornate indietro, non cambiate direzione, è troppo tardi. Diventate semplicemente i più bravi in quello che già state facendo. “ Jack Ma – Fondatore di ALIBABA

20 novembre 2018

False piste

Il concetto di false piste è strettamente legato a quello di abbondanza. Ricercare lo stato dell’abbondanza nelle scelte professionali e in più generale nella vita significa […]
1 ottobre 2018

L’imprenditore 4.0

Si parla tantissimo di industria 4.0 e di innovazione tecnologica. Non tralasciamo tuttavia la variabile n.1 del fare impresa: l’atteggiamento dell’imprenditore in chiave 4.0 L’innovazione tecnologica […]
1 settembre 2018

Talenti in Azienda: il colloquio di selezione

Lo scopo di un colloquio di selezione è capire l’investimento che l’azienda deve fare sulla persona per riuscire a renderla produttiva. Il colloquio di selezione è […]
9 agosto 2018

Meta Aziendale: l’importanza della pianificazione per crescere e competere sui mercati

“Fallendo nel pianificare si pianifica il fallimento”. Nel libro “Le 100 leggi del successo negli affari” Brian Tracy sostiene che l’assenza di una ben definita “META […]